Come combattere l’indecisione: il pensiero fluttuante


Come combattere l’indecisione: smetti di essere indeciso e limita l’influenza del pensiero fluttuante sul tuo inconscio.
Il pensiero fluttuante è una modalità tipica di quando si vive in una gabbia mentale, si manifesta concretamente con un avanti ed indietro dei pensieri, che in alcuni casi rallenta la propria evoluzione, in altri la blocca.
Questo aspetto sta alla base di tanti insuccessi, relazionali, affettivi e professionali.  “Vorrei ma non posso!”
“L’indecisione è l’incapacità a prendere decisioni effettive a cui si può accompagnare una generale incapacità a portare a termine le proprie azioni in un modo che sia soddisfacente, malgrado spesso possano essere compiuti anche grandi sforzi.”

Come combattere l’indecisione: la Paura della disapprovazione

Di fatto desiderare qualcosa per se stessi è proibito e quindi un raggiungimento desiderato sarà eluso da propri atti non coscienti.
Accade che ad

una idea, pensiero o una pulsione che porta in una direzione, interviene subito il super-Io punitivo che la blocca censurandola.
Questo schema mentale nasce da bambini, quando in metafora accadde: Mamma voglio il gelato, la risposta fu’ no!: perché fa male!
Ma questo divieto fu impartito non perché necessario per educarlo, ma perché quel genitore era restio ad accettare di appagare i desideri del figlio.
Ad evenienze di questo tipo, si devono molti sensi di colpa che in futuro renderanno difficile prendere decisioni, perché il senso di colpa è come una minaccia che induce al non fare. Peggio ancora quando dinanzi ad una pulsione sessuale naturale infantile messa in pratica si ricevette un rimprovero. Questo farà esplodere il senso di colpa sullo sviluppo sessuale; ed una volta grandi ad un proprio desiderio si risponderà il più delle volte con un divieto, relegando la sessualità su partner non propriamente adatti.
Pertanto, riguardo a come combattere l’indecisione, possiamo ricercare già un’origine infantile dovuta alle azioni dei genitori. Comportamenti che nei fatti detengono una certa influenza sul bambino.

Il pensiero fluttuante va avanti ed indietro, dal desiderio al suo divieto, come su un’altalena

Le persone indecise tendono a concentrarsi sui dubbi quando si sentono incerte sulla decisione giusta da prendere. Oppure scelgono semplicemente di rimanere bloccati, procrastinare, dimenticare o evitare, rimanendo nella zona di confort di matrice uterina, perché le conseguenze di qualsiasi decisione li porterebbe ad un distacco. Allora preferiscono ipotizzare risultati disastrosi.

L’indeciso  è come paralizzato nel compiere un’azione, vive in una prigione, un vero e proprio rallentamento esistenziale,  e su questo gioca un ruolo importante, sia il pensiero distorto che utilizza per questo scopo che l’essere influenzati dall’immaginazione negativa che quella azione porterebbe sul futuro.

Alice nel paese delle meraviglie, faceva su e giù, troppo alta troppo bassa. Tutto ciò si trasforma nella vita pratica in paura di sbagliare, instabilità emotiva ed auto-sabotaggi inconsci.

Essere sempre indecisi: evitare potenziali rischi

A volte non si vuole prendere una decisione perché si ha paura, si percepisce come minaccioso quello che potrebbe accadere se prendessimo quella decisione. Ma è solo un alibi per non affrontare le sfide della vita, quindi si evita di fare una scelta come tentativo illusorio di evitare di crescere, ipotizzando improbabili potenziali rischi.

L’aspetto critico è che questo meccanismo usurante dissipa le energie essenziali per farcela nella vita, come un’onda che fa su e giù sulla spiaggia. “Erode” la propria vita, impedendo molte possibilità di evoluzione.

Come smettere di essere indecisi: fare la scelta giusta

Altre volte con alibi dell’indecisione c’è il voler  fare la scelta giusta. Inizia allora una interminabile attesa, perché non esiste una scelta senza prezzo da pagare. In questo caso il non scegliere è dovuto all’aspettare in attesa della convinzione di essere sicuri della propria scelta (cosa che non avverrà mai!). Ho visto intere vite trascorrere in attesa di un qualcosa che non arriverà mai, sprecate nel cercare di evitare una paura che comunque non si sarebbe mai avverata, cosa ampiamente descritta nel libro” Il Deserto Dei Tartari” di Dino Buzzati.

Immaginate di esservi persi nel deserto, intorno a voi non c’è nessun riferimento e rimanete li fermi, bloccati, perché non sapete quale sia la direzione giusta da prendere, ed avete paura di perdervi. Bene, vi faccio notare che già vi siete persi e che quindi non c’è la direzione giusta in un deserto che non conoscete. Come nella vita occorre andare avanti, seguendo il vostro istinto!

L’indecisione porta ad avere difficoltà nel fronteggiare le numerose decisioni che la vita ti mette continuamente davanti. Potresti procrastinare nel prendere qualsiasi decisione e perdere importanti occasioni, sprecando quantità eccessive di tempo a pensare e ripensare sulla bontà delle tue azioni.

Avere difficoltà a prendere decisioni può renderti infelice e insoddisfatto.

Ai miei allievi do una modalità per cercare di liberarsi da questo problema, gli consiglio di agire “nell’immediatezza”. Ad un pensiero o pulsione deve seguire subito l’azione conseguente, prima che la riflessione mentale la saboti, facendo rimanere fermi.
Precedente Ricominciare da zero: non è mai troppo tardi
Questo è l'ultimo post

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *