Le conseguenze delle gabbie mentali


gabbie mentali,uscire dalle gabbie mentali,come uscire dalle gabbie mentali,le gabbie mentali,gabbia mentale,uscire dalla propria gabbia mentale,liberarsi dalle gabbie mentali

Le gabbie mentali rappresentano un concreto impedimento in grado di limitare fortemente la qualità della nostra vita, facendoci rinunciare a tantissime opportunità. Ecco come affrontarle.

Saprai benissimo come la nostra personalità, il nostro essere e il nostro modo di fare è spesso dominato dalla capacità inconscia di influire sulla nostra quotidianità. In molti casi è in grado di guidarci verso decisioni corrette e indicate per noi stessi, in altri frangenti invece il pericolo è quello di farci entrare all’interno di un blocco mentale dal quale è difficile uscire.

Ecco perché può essere utile e salutare andare ad analizzare ciò che vi è dietro questo nostro potere intrinseco nella nostra mente.

Le gabbie mentali

Esistono al mondo due tipologie di persone che possiamo sintetizzare nei seguenti punti:

  1. Quelle chiuse dietro le armature create dalla loro stessa mente, privi di una direzione che porti alla realizzazione e scoperta di se stessi
  2. Quelle che invece ambiscono ad avere di una psiche aperta ed evoluta, che sono orientate nella costruzione di una propria Identità e Valori nelle diverse manifestazioni della Personalità.

Nel primo caso, con il passare degli anni, queste persone, gradualmente vanno incontro ad importanti sconfitte, sia nelle relazioni che hanno costruito che nelle professioni nelle quali si sono cimentate.

gabbie mentali,uscire dalle gabbie mentali,come uscire dalle gabbie mentali,le gabbie mentali,gabbia mentale,uscire dalla propria gabbia mentale,liberarsi dalle gabbie mentali

Sono in genere quei soggetti che, ad esempio, diranno che con il loro partner è finita perché non i sentivano compresi, oppure che il loro lavoro è naufragato a causa della crisi. In questi modo nascondono la realtà, arrivando ad un certo punto, a non essere più in grado di evolversi, mentre tutto il mondo intorno al loro cambiava.

Adattarsi ai cambiamenti con la possibilità di commettere errori

Appartenere al secondo tipo di persone invece, permette a costoro di arginare i comportamenti sbagliati che inconsciamente hanno nella vita quotidiana. Quegli atteggiamenti, abitudini, costumi che normalmente attuiamo e che conducono, però, a commettere errori che, se non vengono risolti, portando verso situazioni sempre più difficili da affrontare.

Sono persone flessibili che sanno cambiare ed evolversi pari passo con le crescite ed i cambiamenti altrui e pertanto i loro sistemi di vita non conoscono mai la crisi. Perché la crisi non è altro che una richiesta di cambiamento, alla quale tu devi rispondere con un tuo cambiamento. Pertanto hanno rapporti affettivi solidi e felici, con professioni in genere di successo, liberi dalle gabbie mentali.

liberarsi dalle gabbie mentali

Se non si crea un argine a ciò che determina la costruzione di una gabbia mentale, avanzeranno nel nostro quotidiano, quegli stati inconsci che portano all’infelicità, come lo sono tutti tipi di Traumi, Paure, Complessi di inferiorità, Rifiuti, Manie e Dipendenze.

Esistono soluzioni a molte cose sbagliate nella nostra vita, ma il vero problema è arrivare a conoscerle, in modo tale da uscire dalle gabbie mentali. Questo consentirà di potersi dotare di strumenti efficaci da utilizzare su se stessi, mettendo in atto quelle strategie ed abilità che occorrono sviluppare per gestire se stessi durante la vita quotidiana.

Con l’osservazione e la comprensione dei nostri errori, le loro cause e conseguenze sulla nostra vita, potremo mettergli un freno. Ma questa osservazione richiede una parte terza che ci orienti nella scelta, perché in molti casi la visione delle nostre lacune, è “alterata” dai nostri stessi concetti e modi di pensare. E spesso la soluzione è proprio dietro quella porta che noi non avevamo mai aperto, perché ritenevamo non portasse a nulla.

Precedente La difficoltà a raggiungere i propri sogni
Prossimo TRA BENE E MALE

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *