La Dipendenza da Se Stessi


La dipendenza da se stessi, è un problema esistenziale che al pari della dipendenza dagli altri, crea disagi e frustrazioni molto importanti, il problema è che spesso sottovalutato dagli addetti ai lavori perché viene confuso con il narcisismo.

Oggi è diventato difficile distinguere la felicità dall’indipendenza e c’è confusione sul concetto di autodeterminazione dell’individuo che si basta da sé e trova la sua perfetta realizzazione quando prende il pieno controllo sulla propria vita.

Questi atteggiamenti verso di se e la vita, sono negativamente influenzati nel caso in cui da bambini si è stati costretti a diventare troppo presto adulti e quindi a badare da soli a se stessi fin dalla più tenera età, questa precoce indipendenza, può degenerare in età adulta in una “Dipendenza da Se Stessi”, cosa che porta a tentare di soddisfare da soli sia l’affettività sia la sessualità.

dipendenza affettiva La Dipendenza da Se Stessi yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7

Risulta difficile per costoro pensare a se stessi come una persona che può essere anche sostenuta e accudita, non si ritiene di essere attraenti come personalità e quindi dall’altro risulta difficile aspettarsi le attenzioni tipiche conseguenti, ad esempio in un rapporto di coppia, ma la stessa dinamica la si ha anche nei rapporti professionali.

Appare come una persona apparentemente indipendente e forte, ma in realtà, sempre sull’orlo del baratro del vuoto affettivo.

Non si tratta di personalità prettamente narcisistiche quelle che presentano la dipendenza da se stessi, in quanto non c’è piacere in questa solitaria autoreferenza, ma bensì dolore e solitudine.

dipendenza affettiva La Dipendenza da Se Stessi yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7

Capita a costoro di sentirsi comunque sempre da meno e di non essere completamente giusti per essere amati ed apprezzati.

I rapporti che intratterranno nella vita saranno influenzati da un senso di inferiorità e si tenderà a non chiedere al partner o collega, nessun supporto e rapporto profondo.

Una vita quindi dispendiosa, senza pause, accompagnata da un senso di inadeguatezza e ricerca continua di auto appagamento.

La gabbia mentale che si instaura, porta a pensarsi come unici “fornitori” di se stessi e al dover appagare da se i desideri ed i piaceri, che possibilmente saranno auto costruiti ed autoreferenziali in un clima di generale diffidenza verso l’altro.

dipendenza affettiva La Dipendenza da Se Stessi yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7

Anche la loro sessualità ne risente, in quanto il piacere chi è dipendente da se stesso lo deve prendere da se e non gli può giungere dall’altro, che quindi non viene vissuto come essere con il quale fondersi ma bensì come mezzo del proprio appagamento sessuale.

In questa visione mentale, tutto l’esterno a se non è più visto come fonte di ricchezza né di appagamento, quindi dalla vita costoro si aspettano ben poco e male ed altrettanto poco e male si relazionano con essa.

La soluzione praticabile è quella di affermarsi come persona giusta per esse amata ed accudita, che si è meritevoli di una sana dipendenza affettiva e che l’altro può amarci come e più di noi stessi.

Occorre allenarsi alla minore distanza dall’altro ed imparare anche a farsi guidare, questo permetterà di tornare a respirare e sublimare la rabbia rimossa che si nasconde dietro il dover necessariamente sentire che si è costretti a fare sempre da soli.

dipendenza affettiva La Dipendenza da Se Stessi yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7

Occorre creare una rete, un proprio universo sempre più in connessione tra noi e tutte le altre componenti della nostra esistenza.

 

 

 

Precedente Chi è noi stessi?
Questo è l'ultimo post

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.