COSA NON FARE IN AMORE


IL TUO PARTNER TI CORRISPONDE

COME VORRESTI ?

 

I rapporti di amore come quelli di relazione affettiva o sessuale, sono quanto di più complesso ci sia da gestire per l’essere umano.

Su questo tema sono state versate fiumi di lacrime ed ahimè; Montagne di rabbia, tradimenti, abbandoni, attese e disattese.

Una cosa è indispensabile in un rapporto sano, che sia nei suoi momenti migliori che in quelli non positivi, la relazione deve essere arricchente per entrambi in tutti i suoi aspetti, anche quando le cose non  vanno poi così bene.

Le domande che mi vengono fatte più spesso sono:

Come faccio a trovare la persona giusta per me?

Come faccio a non perdere la persona che amo ?

Esiste un modo  per capire l’altro sesso? 

PAURA DI AMARE

Spesso incontro  persone pronte ad incontrare la persona definitiva, ma che ancora non hanno maturato in se le risposte giuste a queste domande, in questi casi è utile un po di introspezione,  per evitarsi l’ennesima scelta sbagliata e per meglio esplorare ogni aspetto di questo meraviglioso quanto turbolento universo.

Spesso si arriva alla consapevolezza, che le loro difficoltà era per lo più dovuta ad atteggiamenti sbagliati e luoghi comuni eletti a verità e che Comprendere l’Amore è più semplice di quanto pensassero.

Certo è che capire l’altro e ciò che davvero vogliamo

fa la differenza tra la felicità ed un sacco di problemi.

Molti mi chiedono come fare per gestire al meglio il rapporto con proprio partner e negli anni ho ascoltato tante vostre idee su  come pensavate di far funzionare il vostro rapporto affettivo, di seguito ne elenco alcune molto curiose:

          Le false credenze sui   legami affettivi

Amore1 (1)

       1.  Trattala male e lei ti sarà devota.

Smettila subito altrimenti gli chiederai presto : perché te ne stai andando ?

       2.  Non le far mancare mai nulla.

Nulla di peggio è viziare oltremodo  il tuo  compagno, così facendo apri una voragine di richieste, che prima o poi saranno appagate da un altro, perché tu non ce la fari più.

       3.  Essere Onnipresente

Così facendo, togli la dolce sensazione che si ha dopo i piccoli distacchi;  di ritrovarsi riaccendersi e tutto diviene così scontato.

      4.  Fare sesso come immagini gli piaccia

Freud diceva: ciò che sembra non è, ci sono sempre piccoli desideri e modalità che il tuo partner non svela.

Ogni tanto prova una iniziativa  inusuale per il tuo partner, tentando vie sessuali che non immaginavi gli potessero piacere e in base alle sue reazioni,  stilare una nuova mappa del suo piacere.

     5.  Meglio non chiedergli trasgressioni sessuali.

Cosa è trasgressivo? Non hai pensato che quella richiesta così “forte” per te,  per l’altro possa essere oltre che piacevole, anche “normale”?

Oltre tutto  non mostrandoti nei tuoi desideri, tu rimani inappagato/a e ti allontani dal trasmettergli emotivamente, che tu hai interesse per il tuo piacere e che questo coinvolge il tuo.

Non hai pensato cosa ti eccitava al primo incontro sessuale con l’altro? Proprio la scoperta di nuove modalità e nuovi giochi, nel sesso come nella vita si cresce e si scopre e come nella vita ciò che non cresce muore.

   6. Porta sulle tue spalle tutti i pesi familiari.

Il vero amore è condividere!

Lui o lei così diverranno bambini viziati e pian piano la dipendenza si sostituisce alla gioia di stare insieme e condividere le gioie e le fatiche della vita.

   7.  Tanto gli faro pagare anche questa

Stiamo andando a mille verso la via della fine annunciata, risolvi subito i tuoi rancori, confrontati con lui o lei  e ricorda anche se non sembra soffre sempre anche l’altro quanto te.

  8.  E’ stata solo una cosa fisica.

I rapporti affettivi sono come lastre di vetro, a volte blindati a volte fragili a causa di momenti no della vita, se capita di tradire  in uno di questi siete spacciati, pagherete un prezzo altissimo per la vostra avventura da poco.

  9.  Meglio chiarire i compiti subito

Una coppia che funziona si integra come un puzzle e  non ha bisogno di “scrivere” quali compiti spettano ad uno e quali all’altro. La parola d’oro è: compartecipazione e comprensione.

   10.  Meglio se come mia madre o padre

Chi è infelice nelle relazioni, si ritrova proprio un partner come una delle 2 figure genitoriali che ha avuto nella vita;  non si è reso conto nel fare una scelta simile,  che tali figure le ha dovute lasciare per crescere e quindi regredire a questa zona di confort del passato è solo l’inizio della fine.

 

article_13878381343

Ciò che è giusto e funziona, non è mai difficile da capire ne complesso da gestire

Non esiste il rapporto che funzioni gestendolo con la razionalità ed i metodi, la cosa che invece si deve fare è comprendere profondamente chi vogliamo vicino a noi e quale valore questa persona aggiunge alla nostra vita.

Siate veri al massimo per dare la possibilità anche all’altro di fare una scelta consapevole e quando questa scelta l’avete fatta, credeteci fino in fondo.

Ricordate cosa si prova ad un primo incontro e portate quindi spesso la vostra relazione fuori dalla zona di confort, dove possa crescere e provare nuove sensazioni.

Ricordatevi che non ha senso mettere le tendine alla finestra di una prigione per non vedere le sbarre; vi starà comunque sempre stretta.

Amare limitandosi  equivale a ricevere limitatamente…

  article_13731087174

I rapporti di amore come quelli di relazione, affettiva o sessuale, sono quanto di più complesso ci sia da gestire per l’essere umano.

Su questo tema sono state versate fiumi di lacrime ed ahimè,  montagne di rabbia, tradimenti, abbandoni, attese e disattese.

Una cosa è da chiarire, un rapporto sano, pur avendo i suoi momenti migliori e quelli non positivi, deve essere arricchente per entrambi in tutti i suoi aspetti, anche quando le cose non  vanno così bene.

Le domande che mi vengono fatte più spesso sono:

Come faccio a trovare la persona giusta per me?

Come faccio a tenerla a me?

Come posso capire l’altro sesso?

PAURA DI AMARE

In genere le persone pronte ad incontrare la persona definitiva, ma che ancora non hanno maturato in se le risposte giuste a queste domande, fanno con me delle sessioni, dove ogni aspetto di questo meraviglioso quanto turbolento universo, ed in genere comprendono che le loro perplessità erano per lo più dovute ad atteggiamenti sbagliati o luoghi comuni eletti a verità.

Certo è che capire l’altro e ciò che davvero vogliamo fa la differenza tra la felicità ed un sacco di problemi.

Molti mi chiedono come fare per gestire al meglio il proprio partner e negli anni ho ascoltato tante vostre idee su  come far funzionare il vostro rapporto affettivo, di seguito ne elenco alcuni:

 

                               Le false credenze sui   legami affettivi

Amore1 (1)

       1.  Trattala male e lei ti sarà devota

Smettila subito altrimenti gli chiederai presto : perché te ne stai andando ?

       2.  Non le far mancare nulla,

Nulla di peggio è viziare oltremodo  il tuo  compagno, così facendo apri una voragine di richieste, che prima o poi saranno appagate da un altro perché tu non ce la fari più.

       3.  Sii Onnipresente

Così  togli la dolce sensazione che si ha dopo i piccoli distacchi di ritrovarsi e tutto diviene scontato

      4.  Fai sesso con lei o lui come immagini gli piaccia

Una tua iniziativa devi far seguire un traguardo oltre quanto sai di lui, tentando vie sessuali che non immaginavi gli potessero piacere, e in base alle sue reazioni  stilare una nuova mappa del suo piacere.

     5.  Meglio non chiedere cose sessuali trasgressive

Cosa è trasgressivo? Non hai pensato che quella richiesta così “forte”  per l’altro possa essere oltre che piacevole anche “normale”

Oltre tutto  non mostrandoti  tu rimani inappagato/a ti allontani dal trasmetterle emotivamente  che tu hai interesse per il tuo piacere che coinvolge il suo.

Non hai pensato cosa eccita al primo incontro sessuale con l’altro? Proprio la scoperta di nuove modalità e nuovi giochi, nel sesso come nella vita si cresce e si scopre, e come nella vita ciò che non cresce muore

   6. Porta sulle tue spalle tutti i pesi familiari.

Il vero amore è condividere!

Lui o lei così diverranno bambini viziati e pian piano la dipendenza si sostituisce alla gioia di stare insieme e condividere le gioie e le fatiche della vita.

   7.  Tanto gli faro pagare anche questa

Stiamo andando a mille verso la via della fine annunciata, risolvi subito i tuoi rancori, confrontati con lui e ricorda anche se non sembra soffre sempre anche l’altro.

  8.  E’ stata solo una cosa fisica.

I rapporti affettivi sono come lastre di vetro, a volte blindati a volte fragili a causa di momenti no della vita, se capita di tradire  in uno di questi siete spacciati, pagherete un prezzo altissimo per la vostra avventura.

  9.  Meglio chiarire i compiti subito

Una coppia che funziona si integra come un puzzle non ha bisogno di “scrivere” quali compiti spettano ad uno e quali all’altro. La parola d’oro è: compartecipazione

   10.  Meglio se come mia madre o padre

Chi è infelice nelle relazioni, si ritrova proprio un partner come una delle 2 figure genitoriali che ha avuto nella vita;  non si è reso conto nel fare una scelta simile,  che tali figure le ha dovute lasciare per crescere e quindi regredire a questa zona di confort del passato è solo l’inizio della fine.

Ciò che è giusto e funziona non è mai difficile da capire ne complesso da gestire

Non esiste il rapporto che funzioni gestendolo con la razionalità ed i metodi, la cosa che invece si deve fare è comprendere profondamente chi vogliamo vicino a noi e quale valore questa persona aggiunge alla nostra vita.

Siate veri al massimo per dare la possibilità anche all’altro di fare una scelta consapevole e quando questa scelta l’avete fatta, credeteci fino in fondo.

Ricordate cosa si prova ad un primo incontro e portate quindi spesso la vostra relazione fuori dalla zona di confort, dove possa crescere e provare nuove sensazioni.

Ricordatevi che non ha senso mettere le tendine alla finestra di una prigione per non vedere le sbarre; vi starà comunque sempre stretta.

profilo-emozionale

Amare limitandosi,  equivale a ricevere limitatamente…

 

Cerchi la persona giusta per te o vuoi riuscire a non perdere quella che hai trovato?

Precedente I GENITORI CHE TI SEI TROVATO NELLA VITA
Prossimo FAI LE SCELTE GIUSTE?

2 Comments

  1. Francesco
    12 luglio 2015
    Rispondi

    Io ci ho provato in tutti i modi a costruire una relazione non dico eccezionale ma almeno accettabile.Mi trovo sempre davanti richieste troppo esigenti dall’altra parte, e finisce che mi scoraggio e salta tutto. Cosa mi consigli Giorgio?

    • 12 luglio 2015
      Rispondi

      Caro Francesco, il mio consiglio è innanzitutto di cominciare ad ascoltare le tue esigenze e poi di chiederti: come mai mi metto in relazione con ragazze di questo tipo?
      Forse è necessario un piccolo percorso di Autoconsapevolezza.

      Un abbraccio Giorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.