GLI APOCALITTICI ed I TEORICI DEL COMPLOTTO


blank

Soprattutto nei momenti di acute crisi sociali oppure dei sistemi ecologici, si acuiscono i fenomeni di isteria di massa e di idee persecutorie, in quanto la precarietà esistenziale va a doppiarsi a quella fisiologia, rappresentata dalla Impermanenza dell’esistenza umana.

I teorici del complotto fioriscono insieme alle paure di massa.

Le proiezioni isteriche sfociano ad esempio nel considerare gli eventi anche i più razionalmente spiegabili, come persecutori ed il cambiamento che essi richiedono, assume i connotati di scenari apocalittici.

gli apocalittici GLI APOCALITTICI ed I TEORICI DEL COMPLOTTO teorie di complotto coronavirus 5g 1232x768 1 300x187

 

Non chiedere mai ad un bambino impaurito di cambiare allontanandosi da mamma, piangerà!

Ed ecco fiorire in questo momento ricco di tensioni socio economiche globali, le più disparate idee, dal riordino mondiale, ai preludi di eventi catastrofici come anche, strane discussioni se davvero l’uomo è andato sulla luna, se la terra è piatta, oppure se l’11 settembre sia davvero accaduto come dicono.

Ulteriore esempio è la ricerca ossessiva di complotti alieni, di poteri occulti che influenzano le menti, di nuovo ordine mondiale in arrivo, di scie chimiche o l’esistenza di complotti delle superpotenze,  idealizzati con il fine di calmierare la paura, dando una  spiegazione del perché avviene un cambiamento in modo irrazionale.

Il potere di immaginare scenari visionari diminuisce il senso di impotenza del bambino verso la madre.

Si rispolverano antiche profezie, quella di Nostradamus, la madonna di Lourdes, quelle dettate da pretenziosi calcoli matematici, tutte più o meno inneggianti alla fine del mondo e l’ordine attuale, come nel 2012, ricordate?

gli apocalittici GLI APOCALITTICI ed I TEORICI DEL COMPLOTTO apocalissa 300x128

In quell’anno ci fu una colossale isteria di massa, che indusse migliaia di soggetti deboli ed impauriti a cercare case in posti montagnosi, fare scorte di cibo ed a costruire bunker. Nel contempo stampa e TV enunciavano la fine dell’umanità, dando visibilità alle credenze maya, avvalorate da tesi inconsulte di pseudo esperti.

La paura che li affigge non è altro che quella di perdere la attuale protezione uterina nella quale si sono collocati per debolezza!

Questo tipo di reazione colpisce di più le persone con un io ancora non del tutto maturo, quindi fragile, costretto a trovare equilibrio all’interno di un utero protettivo esistenziale, dove la paura del cambiamento rappresenta una minaccia esistenziale.

Ad esempio la paura di un terremoto o l’eco di una possibile catastrofe naturale, diviene l’evento sul quale si proietta la paura della perdita della stabilità materna, quando essa è ancora il centro di gravità nell’adulto, ma attenzione tali visioni servono anche dell’opposto, ossia che giunga finalmente qualcosa di talmente vasto e forte da riuscire a vincere lo strapotere materno che li tiene in gabbia e verso il quale si sentono impotenti.

gli apocalittici GLI APOCALITTICI ed I TEORICI DEL COMPLOTTO nuovo ordine mondiale 300x188

Sublimando  il pericolo del cambiamento, attraverso lo stordimento di gruppo, trovano la spiegazione illusoria al loro  profondo senso di instabilità ed incompiutezza, dandovi una spiegazione visionaria!

E’ la paura di perdere l’attuale protezione mentale materna, la minaccia mortale che questo rappresenta per l’io ancora bambino, che porta a vedere complotti e minacce globali, perché globale e grave minaccia è l’estensione della perdita materna nel loro mondo nevrotico.

Anche se nella realtà non è così, costoro vivono il dramma della messa in discussione delle loro possibilità di evoluzione, sarebbero costretti a nascere soli in un mondo conflittuale paterno e non poter rimanere più nel protettivo impianto mentale, materno, attuale.

Ma come suol dirsi, a forza di gridare al lupo, prima o poi un lupo arriverà, ed allora meglio farsi trovare pronti a fronteggiarlo al meglio, piuttosto che giungervi con falsi perché, che non fanno altro che far perdere tempo prezioso per agire una risposta efficace a scongiurare la minaccia concreta.

Non c’è nulla di più irreale, della follia di un gruppo che si crede nella realtà, in quanto la follia del singolo trova legittimazione nella follia dell’altro, confermata da quella del gruppo.

La soluzione?

Allontanatevi da ciò che fa echeggiare le vostre paure, toccate la terra con i piedi, l’acqua con le mani,  è vero che è la madre terra, ma voi siete capaci di stare eretti, quindi avete il potere di staccarvi da essa e con almeno la fantasia potete volare!

Precedente Il Burnout il male della negazione
Prossimo "Cambiare"

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *